08 Apr
08Apr


Nella cucina romana si preferiscono le cose semplici e genuine: tutto quello che rappresenta la complicazione della cucina internazionale viene inesorabilmente bandito. Il romano ha una cordiale antipatia per le vivande troppo elaborate e, severo conservatore, non accoglie che con diffidenza ciò che si distacca dai suoi cibi consueti. […] Il romano dell’antico stampo è un buontempone, e in materia gastronomica, è un buongustaio: vuole, alla sua mensa, mangiare bene e bere meglio, godendosi, con gioconda filosofia, la vit 

Supplì


Carciofi alla giudìa

Filetti di baccalà

Pandorato

Minestra broccoli e arzilla

Gnocchi alla romana

Commenti
* L'indirizzo e-mail non verrà pubblicato sul sito Web.